Skip to content

Adeguamento al TQRIF ARERA (Testo unico sulla qualità)

Cos’è

In data 21 gennaio 2022 ARERA ha pubblicato sul proprio sito internet la Deliberazione 15/2022/R/Rif con la quale viene introdotto il Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani, ovvero di ciascuno dei singoli servizi che lo compongono (TQRIF). Con le nuove disposizioni l’Autorità fissa una serie di obblighi di servizio e di standard di qualità da rispettare a cura di tutti gli operatori del settore rifiuti.

Come si svolge

Mediante un primo contatto vengono richiesti tutti i documenti necessari al Comune per poter avviare il lavoro di revisione, che si sviluppa attraverso le seguenti attività:

  1. Revisione della modulistica già in uso da parte del Comune e predisposizione di:

– un modello di richiesta di attivazione del servizio (ex Dichiarazione di apertura TARI) contenente tutti gli elementi richiesti all’art. 6.3 del TQRIF;
– un modello di riscontro alla richiesta di attivazione del servizio contenente elementi di cui all’art. 7.1 del TQRIF;
– un modello di richiesta di variazione/cessazione del servizio contenente tutti i campi richiesti all’art. 10.3 del TQRIF;
– un modello di riscontro alla richiesta di variazione/cessazione del servizio contenente gli elementi di cui all’art. 11.1 del TQRIF;
– un modello di richiesta di rettifica degli importi;
– un modello di reclamo;
– un modello di riscontro alle richieste di informazioni, reclami o rettifica degli importi contenente gli elementi previsti dagli artt. 18.1, 18.2 e 18.3 del TQRIF;

  1. Supporto per l’attivazione di un numero verde gratuito;
  2. Adeguamento del sito internet istituzionale con i contenuti relativi alla Trasparenza ex Deliberazione ARERA 444/2019 come aggiornata dalla Deliberazione 15/2022;
  3. Predisposizione della Carta di Qualità per il Soggetto Gestore della Tariffa e della Carta della Qualità unitaria a seguito di fusione con il documento analogo trasmesso dal Gestore della Raccolta e Spazzamento;
  4. Adeguamento dell’avviso di pagamento;
  5. Predisposizione di una relazione attestante il rispetto degli obblighi di servizio sulla base dello Schema scelto.

Tutti gli schemi ed i modelli sopra indicati saranno forniti al Comune già personalizzati con le indicazioni e le caratteristiche specifiche di ciascun servizio. Il supporto comprende anche la produzione di eventuali comunicazioni a Gestore affidatario, E.T.C., ARERA, prodotti in forma di lettera o di email.

Quando si attiva

Il servizio potrà essere attivato in ogni momento ma è preferibile procedere tempestivamente dal momento che gli obblighi di adeguamento decorrono dallo scorso 1° gennaio 2023.

 

Per informazioni e proposte personalizzate scrivete a info@neopa.it

Rimani Aggiornato

È stato definitivamente approvato da entrambe le camere il testo di conversione del Decreto Legge 60/2024 “Decreto Coesione” che prevede, tra l’altro, il differimento al…

ArrayTags: PEF, Scadenze, TARI, Tariffe

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 14806/2024 ha ritenuto che possa essere soggetta a imposizione ICI retroattiva un'area divenuta edificabile in seguito all'approvazione…

La Commissione Bilancio del Senato ha concluso ieri l’esame del ddl di conversione del decreto-legge n. 60/2024 (recante ulteriori disposizioni urgenti in materia di politiche…

ArrayTags: PEF, Proroghe, Scadenze, TARI, Tariffe

In data giovedì 13 giugno, NeoPA ha organizzato un webinar dal titolo “Le novità dei decreti attuativi della Delega Fiscale nella gestione delle entrate comunali”,…

La modifica dello Statuto dei Diritti del Contribuente (D.Lgs. 219/2023) ha innovato diversi principi di applicazione generale anche per i Comuni. Le novità inducono a…

In merito alle disposizioni a cui adempiere connesse alla revisione obbligatoria del Piano Economico Finanziario TARI 2024 si segnala che ANAC, rispondendo ad un quesito…

ArrayTags: ANAC, Delibera, PEF, TARI, Tariffe